Monsignor Giuseppe (Pippi) Tundo

Parroco di Galatina

 

  • Categoria: Personaggi illustri
  • Autore: da "Galatinesi Illustri" a cura di M.F. Natolo, A. Romano, M.R. Stomeo
Monsignor Giuseppe (Pippi) Tundo
Periodo: (1917-1994)

Dopo aver frequentato il seminario di Molfetta fu ordinato sacerdote nel 1942. Inviato a Melara, in provincia di Rovigo, si prodigò moltissimo per riorganizzare le fila dell'Azione Cattolica e per coordinare molte iniziative a sostegno dei poveri, degli uomini impegnati nella guerra e di tutti i bisognosi.
Durante la guerra si adoperò senza sosta per aiutare i soldati italiani, tedeschi e poveri, e ciò gli costò l'accusa di connubi segreti con i partigiani e la condanna a morte.
Aiutato a fuggire riparò a Bologna dove rimase fino al 1945 al servizio del cardinale Nasali Rocca di Corneliano.
Rientrato definitivamente a Galatina l'8 maggio 1945, animato come sempre da un profondo senso di disponibilità e generosità verso gli altri, fondò il patronato delle A.C.L.I., divenendo assistente spirituale e costituì la comunità braccianti.
Laureatosi in filosofia nel 1954 insegnò presso la scuola di Servizi Sociali di Lecce. Successivamente insegnò al liceo e al magistrale di Galatina e divenne parroco della chiesa dei SS. Pietro e Paolo nel 1962, incarico che  conservò fino a pochi anni prima della morte, senza mai trascurare il suo impegno assoluto e incondizionato verso i giovani e verso quanti si rivolgevano a lui in cerca di aiuto sia materiale che spirituale.

X
Torna su