EMERGENZA IDRICA - CONTENIMENTO CONSUMI IDRICI

Ordinanza del Sidaco nr. 32 dell'11.12.2017.

Dettagli della notizia


In tutto il territorio comunale, a partire dall’11.12.2017, è consentito l’uso di acqua potabile per il solo utilizzo domestico (igienico sanitario) e zootecnico ed è pertanto vietato l’utilizzo dell’acqua proveniente dalla rete comunale per uso extra domestico.
E' quanto disposto dal sindaco Marcello P. Amante con ordinanza n. 32 del 11 dicembre 2017.

In particolare è vietato l’utilizzo dell’acqua, per le seguenti attività:

  • lavaggio di cortili e piazzali;
  • lavaggio domestico di veicoli a motore;
  • innaffiamento di giardini, prati ed orti;
  • riempimento di vasche da giardino, fontane ornamentali e simili, quando non dotate di impianto di ricircolo dell’acqua.

Le imprese dovranno fare uso razionale dell’acqua limitandone il consumo allo stretto necessario.

La cittadinanza è invitata ad un uso razionale, corretto ed accorto dell’acqua al fine di evitare inutili sprechi, adottando ogni utili accorgimento finalizzato al risparmio di acqua, ad esempio:

  • riparare prontamente perdite, anche minime, da rubinetti, sciacquoni, eccetera;
  • non utilizzare acqua corrente per il lavaggio di stoviglie e verdure, ma solo per il loro risciacquo;
  • utilizzare l’acqua di lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante;
  • utilizzare l’acqua di cottura della pasta per il lavaggio manuale delle stoviglie;
  • impiegare lavastoviglie e lavatrici solo a pieno carico;
  • preferire la doccia al bagno, avendo cura in particolare di non far scorrere acqua mentre ci si insapona;
  • non far scorre in modo continuo l’acqua durante il lavaggio di denti o la rasatura della barba.

Inoltre, tutti gli amministratori di condomini e i singoli privati proprietari di immobili sono invitati a provvedere alla verifica ed eventualmente alla installazione di adeguati impianti di autoclave centralizzati, che assicurino l’erogazione in tutti i punti dello stabile, anche i più lontani e alti rispetto al contatore, e che rispondano alla normativa vigente.

Si ricorda che il Regolamento del servizio idrico integrato vieta l’inserimento di pompe sui collegamenti diretti con la rete pubblica e che gli impianti di autoclave devono essere realizzati in modo da assicurare discontinuità idraulica tra la rete gestita dall’Acquedotto Pugliese e l’impianto di sollevamento dello stabile.

In allegato l’ordinanza  completa.

Documenti allegati

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina